lavori Edili Roma su Google plus
numero verde 800.98.04.40

Adeguamento impianto elettrico Norma CEI 64-08

Scritto da: Giovanni Rossi
adeguamento impianti eletrici

A marzo 2011 il Comitato elettrotecnico Italiano (CEI) ha pubblicato una nuova variante alla Norma CEI 64-8, che riguarda l’adeguamento dell’impianto elettrico alle norme di sicurezza. Tali novità recepiscono quanto previsto dalla Legge 46/90 e dalla Legge 37/08, che offrono disposizioni circa l’installazione degli impianti elettrici.

La norma CEI 64-08 sugli impianti elettrici

La Norma CEI 64-8 “Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1000 V in corrente alternata e a 1500 V in corrente continua” è il principale riferimento normativo per chi si occupa di installazione di impianti elettrici ad uso residenziale, quindi per quelli che si trovano nelle case di tutti noi.

La norma prende in considerazione tutte le fasi dell’installazione: progettazione, messa in opera e verifica. Il tutto con lo scopo di rendere le abitazioni più sicure per le persone e più adatte all’uso quotidiano e intensivo.

Il nuovo allegato di marzo introduce nuove precauzioni e nuovi standard a cui devono attenersi gli impianti elettrici, la norma ha valore normativo per cui è obbligatorio seguirne le indicazioni. Finora il concetto di sicurezza dell’impianto era rimasto vago, con il nuovo allegato sono state introdotte dotazioni minime e prestazioni funzionali e impiantistiche che devono essere presenti, affinché l’impianto possa essere considerato a norma.

Adeguare l’impianto elettrico alla CEI 64-8

Fra le novità della CEI 64-8 c’èla classificazione degli impianti in 3 livelli, per ognuno dei quali sono state descritte dotazioni minime impiantistiche e funzionali. La classificazione non è collegata ad altre classificazioni, è perciò indipendente dalla classe energtica e dalla classe catastale, che prendono in considerazione altri fattori.

  • Livello 1 – Base: è il livello minimo previsto, al di sotto di queste dotazioni l’impianto è fuori norma.
  • Livello 2 – Standard: riguarda le unità immobiliari che presentano una migliore fruibilità degli impianti, tenendo conto anche delle altre dotazioni presenti.
  • Livello 3 – Domotico: è il livello delle unità immobiliari che sono dotate di impianti innovativi e ampi (es. sistema bus) e in particolare di sistemi domotici.

Come abbiamo visto la norma prevede una serie di dotazioni minime, che vengono descritte nel dettaglio all’interno del testo, differenziate per ogni livello. Vediamo quali sono:

  • Il dimensionamento.
  • Il montante.
  • L’interruttore generale.
  • La doppia protezione differenziale
  • Il collegamento degli scaricatori.
  • Lo spazio disponibile nel quadro elettrico domestico.
  • La predisposizione delle infrastrutture degli impianti.
  • La segnalazione stato luci esterne.
  • Il posizionamento di prese e comandi.
  • Le prese dati/telefono e TV.

Contattaci per eseguire progettazione e posa in opera dell’impianto elettrico. Operiamo su tutto il territorio di Roma.

Lavori edili Roma Numero Verde
Potrebbero Interessarti Anche: