lavori Edili Roma su Google plus
numero verde 800.98.04.40

Arredare lo studio: i pezzi forti che non possono mancare

Scritto da: Stefano Recagno
Arredo dello studio

Per un ambiente di lavoro confortevole ed efficiente ci sono alcuni pezzi forti che non puoi prescindere quando scegli l’arredamento dello studio-ufficio.

Sia che si tratti di un angolo del soggiorno riadattato a ufficio sia che si tratti invece di un’intera stanza in cui puoi ritirarti per lavorare in pace, è importante avere una seduta confortevole, un piano di lavoro comodo e sufficientemente ampio da ospitare tutto ciò che ti serve, spazi contenitore per tenere l’ambiente di lavoro organizzato, pulito e produttivo e una buona illuminazione possibilmente naturale. Ecco una piccola guida per scegliere i tuoi nuovi compagni di ufficio.

Arredare lo studio con comodità

Innanzitutto ti serve una scrivania che sia ampia, ergonomicamente corretta e dotata di spazi per organizzare ciò che ti serve. Ormai nessuno usa più i computer desktop per lavorare (a meno che tu non sia un grafico o un architetto ma in questo caso il tuo ufficio in casa non ruoterà tanto intorno alla scrivania quanto al tavolo da disegno) quindi evita le scrivanie con piano rialzato per il monitor.

Scegli scrivanie che abbiano fori e passacavi per organizzare i cavi di alimentazione e di collegamento Internet e la cui altezza di permetta di lavorare comodamente sulla tastiera senza percepire formicolii alle braccia sintomi evidenti che l’altezza della sedia che hai scelto il altezza della scrivania non sono adeguati alla tua altezza. Se possibile, evita i mobili scrivania con la caffettiera integrata nella parte bassa. Questi modelli che costringono a stare seduto da una parte e non ti permettono di organizzare lo spazio nel modo più produttivo per te.

Molto più comodo è avere un tavolo del tutto libero nella parte bassa e posizionare cassetti e ripiani di fianco o, se non ti creano disagio, sopra il piano della scrivania, come in uno scrittoio antico.

Se vuoi sentirti un po’ come un capitano d’industria, quando si tratta di scegliere la seduta, poi optare per una poltrona girevole con spalliera e braccioli. Ovviamente i modelli più costosi ed eleganti sono in vera pelle ma per una seduta confortevole puoi optare anche per le soluzioni in tessuto. La pelle infatti è bella e morbida, ma se devi stare seduto per parecchie ore consecutive può risultare fastidiosa, in caso di temperatura troppo alta, o fredda, in caso invece di temperatura bassa.

Arredamento per lo studio: spazio all’ordine

Risolta la questione scrivania e seduta rimane il problema organizzazione degli spazi: lavorando in casa puoi essere fortemente tentato dal non voler adottare uno stile particolarmente corporate e rigido ma è importante che il tuo spazio di lavoro sia organizzato e pulito. A seconda dello stile che avrai scelto per arredare lo studio, dovrai anche trovare soluzioni eleganti ed efficaci per riporre fascicoli, libri, registri, cd, dvd, modellini e tutto ciò che usi.

L’organizzazione degli spazi è particolarmente importante se il tuo studio è ospitato in un angolo del soggiorno, per esempio. In questo caso resisti all’istinto di colonizzare con il lavoro tutta la stanza: scegli una libreria e una piccola cassettiera da posizionare vicino alla scrivania e fai in modo che contengano soltanto cose legate al lavoro.

Lavori edili Roma Numero Verde
Potrebbero Interessarti Anche: