lavori Edili Roma su Google plus
numero verde 800.98.04.40

Nuovo catasto edilizio urbano 2012

Scritto da: Franco Cerrito
catasto urbano

Il catasto urbano è finito in questo 2012 sotto la lente d’ingrandimento e sotto l’attenzione della popolazione. Motivo? Le modifiche che il governo sta apportando, volte contemporaneamente a far cassa e ed in linea teorica a favorire tutti coloro che vogliono acquistare, lavorare ed investire nel mercato immobiliare.

Per un’azienda attiva ed attenta al particolare come la nostra, specializzata in costruzione, ristrutturazione ed impiantistica, qualsiasi manovra atta a favorire le compravendite di servizi, l’attenzione nei confronti delle novità in materia edilizia è basilare. Ma deve essere sottolineato che non tutte le parti in causa impegnano forte attenzione o risultano essere particolarmente interessati.

Le novità nel catasto edilizio urbano 2012

Soprattutto perché i cambiamenti del catasto urbano che sono stati profilati ridefiniscono l’intera questione fabbricati in modo non sempre soddisfacente per il cittadino che potrebbe rispondere all’eventuale “rivisitazione” al rialzo delle imposte sulla casa in modo inaspettato rispetto alle ipotesi teoriche, ovvero chiudere totalmente i cordoni della borsa e trincerarsi in una posizione di stasi.

Il governo, citiamo testualmente, “vuole ridefinire i fabbricati in base non solo a valori ma anche a criteri più aggiornati: localizzazione, qualità dell’immobile e superficie in metri quadri”. Tutto ciò si traduce in un valore immobiliare dettato dalla metratura, dalla posizione e dalla qualità, con strumenti di adeguamento periodico.

Un bene se osservato dal punto di vista di un eventuale venditore, ma osteggiato a livello emotivo ed economico da tutti coloro che vedono la revisione del catasto urbano come un mezzo per spremere ancora di più il cittadino rivedendo al rialzo imposte di rinnovata immissione nella vita economica del paese come l’Imu.

I nuovi parametri del catasto urbano

A livello prettamente pratico, per gli immobili di tipo urbano si terrà conto dei valori medi ordinari espressi dal mercato di riferimento del triennio antecedente alla “nuova” determinazione del valore. Tecnicamente si parla di:

  • definizione degli ambiti territoriali del mercato immobiliare
  • rideterminazione delle destinazioni d’uso catastali ordinarie e speciali
  • determinazione del valore patrimoniale medio ordinario
Lavori edili Roma Numero Verde
Potrebbero Interessarti Anche: