lavori Edili Roma su Google plus
numero verde 800.98.04.40

Chesterfield: l’eleganza british regna nel salotto

Scritto da: Franco Cerrito
stile Chesterfield

Si dice che fu Philip Stanhope, IV conte di Chesterfield, a inaugurare, nel XVIII secolo, lo stile dei divani Chesterfield. In realtà, molto più probabilmente, questo comodo divano caratterizzato dalla lavorazione capitonnè, è figlio del ‘900, ma la sua bellezza ed eleganza e il sapore prettamente british si sarebbero abbinati bene ai salotti inglesi del Settecento.

Stile Chesterfield oggi

Con il ritorno in auge della lavorazione capitonnè in tutti gli ambienti, dalle testiere imbottite dei letti matrimoniali alle poltroncine del salotto anche il divano in stile Chesterfield torna prepotente nei cataloghi. Si tratta di un modello elegante con testiera imbottita a pezzo unico e seduta con cuscini sagomati. Particolarissimi sono i braccioli con voluta dal sapore neoclassico completamente avvolti dall’imbottitura su cui con fermezza prosegue la lavorazione capitonnè, lavorazione che si ritrova anche sulla base del divano. Altro segno di riconoscimento del classico Chesterfield sono le piccole borchie che disegnano “l’anima” del bracciolo e che contribuiscono a sottolineare il comfort e la morbidezza di questo divano.

Tecnologia e tradizione

La versione originale nonché più elegante del divano Chesterfield è quella interamente in pelle ma ne esistono ora anche alcune varianti in tessuto, velluto o ecopelle. Il difetto più grande di un divano con lavorazione capitonnè più o meno fitta è l’impossibilità di sfoderarlo per pulirlo facilmente. D’altro canto, scegliendo una pelle la manutenzione del divano è semplice e basta un po’ di accortezza per mantenere nel tempo la bellezza del rivestimento.

Santambrogio, azienda milanese, è uno dei produttori di punta di divani Chesterfield in Italia e porta avanti la cura per il dettaglio e per i materiali di pregio seguendo le antiche linee di produzione inglese. Un’aggiunta molto moderna è data dalla possibilità di trasformare il divano in divanoletto, in caso si renda necessario conteggiare un posto letto d’emergenza. Data la forma del divano, che si sposa molto bene per esempio con lo studio di un professionista, l’aggiunta della rete può essere una soluzione comoda. Un’altra azienda italiana, Vama Divani, offre la possibilità di sostituire i classici bottoni rivestiti in pelle con cristalli Swarosky: un’alternativa più sbarazzina e sicuramente d’impatto ma che può far storcere il naso a chi ha un’idea classica dell’arredamento.

Lavori edili Roma Numero Verde
Potrebbero Interessarti Anche: