lavori Edili Roma su Google plus
numero verde 800.98.04.40

Guida per dipingere le pareti di casa

Scritto da: Franco Cerrito
Come dipingere le pareti di casa

Come dipingere le pareti di casa: dalla scelta del colore alle operazioni che bisogna compiere per tinteggiare le pareti della propria abitazione. Un’operazione determinante in fase di ristrutturazione di interni.

La scelta del colore per dipingere le pareti di casa

Dipingere le pareti di casa è un operazione divertente ma anche da non sottovalutare: dalla scelta delle tonalità da usare nei diversi ambienti alla tinteggiatura vera e propria. Tutto ha inizio in fase di progettazione, quando si parla di decidere il look della propria casa, decisione che si traduce nella scelta del colore.

Il colore delle pareti di una casa ha la stessa importanza del suo arredamento, ne crea lo stile e ne determina la percezione. Per questo va scelto in modo ponderato, per esempio tenendo in considerazione l’illuminazione naturale, quella artificiale, le dimensioni degli ambienti, il loro arredamento e la funzione, oltre al tempo che viene trascorso in ogni singolo ambiente. Il colore delle pareti, infatti, determina la percezione anche di dimensioni e colori, fornendoci un grande aiuto, per esempio, quando abbiamo bisogno di far percepire un luogo più spazioso rispetto alla realtà, oppure più luminoso di quanto non sia.

Dipingere le pareti: che tipo di pittura?

Dopo aver sottolineato l’importanza della scelta del colore giusto e dei suoi accostamenti, è necessario soffermarsi sulla scelta del tipo di vernice da usare:

  • Idropittura: a base d’acqua e atossica, consigliata per gli interni perché facile da pulire, non adatta ad ambienti umidi
  • pittura acrilica: può essere tossica ed è difficile da pulire, da allungare e ripulire con l’acqua ragia
  • idropittura traspirante: è adatta anche per gli ambienti umidi/li>
  • pitture isolanti: aumentano le proprietà isolanti di una casa

Gli attrezzi per dipingere le pareti di casa

Come ogni lavoro di ristrutturazione che si rispetti, anche la tinteggiatura necessita di utensili precisi, ovvero:

  • carta vetrata
  • stucco e paletta
  • rulli
  • un pennello piccolo e uno grande a setole non troppo morbide
  • carta adesiva apposita, per coprire interruttori, zoccoli, battiscopa
  • griglie per strizzare i rulli prima di applicare il colore
  • secchi
  • nylon e giornali da mettere a terra

Le fasi per dipingere le pareti di casa

Una volta eseguita tutta la fase preparatoria, si passa a quella operativa vera e propria, dopo aver preparato l’ambiente con nastro adesivo, teli e giornali per proteggere zoccoli e interruttori per esempio.

Di solito è necessario rimuovere l’intonaco inferiore scartavetrando le pareti, soddisfacendo in questo modo anche la necessaria pulizia della superficie da eventuali muffe superficiali e macchie. È in questa fase che si procede con la riparazione con stucchi e agenti vari di crepe o buchi, per esempio quelli usati per appendere vecchi quadri o piccole lesioni della parete.

A questo punto va preparato il colore, ovvero viene versata una parte del colore in un secchio e diluita con acqua o acqua ragia a seconda del tipo di pittura scelta.

Come si pittura? Il rullo va immerso nel colore e passato più volte sulla griglia prima di passarlo sulla parete, in modo obliquo, prima da destra e dopo da sinistra. Con i pennelli vanno rifiniti angoli e particolari. È importante lasciare una striscia bianca di qualche centimetro a partire dal soffitto per ampliare visivamente lo spazio. Dopo aver pitturato, il colore va lasciato asciugare per almeno 12 ore prima di passare alla seconda mano di pittura.

Come dipingere le pareti di casa: professionisti al vostro servizio

Se i lavori manuali non sono il vostro forte, non vi resta che affidarvi a degli esperti per dipingere le pareti di casa. I nostri professionisti sono a vostra disposizione, offrendovi supporto dalla scelta del colore alla tinteggiatura vera e propria.

Lavori edili Roma Numero Verde
Potrebbero Interessarti Anche: