lavori Edili Roma su Google plus
numero verde 800.98.04.40

Guida alla pulizia del condizionatore

Scritto da: Paolo
Assistenza condizionatori Roma

La pulizia del condizionatore è una procedura che andrebbe eseguita almeno una volta ogni quattro-cinque mesi. Si tratta di un consiglio molto valido, soprattutto se avete installato un modello di condizionatore che fornisce sia aria calda che aria fredda (inverter a pompa di calore), è l’operazione deve prevedere che sia svolto un controllo del filtro interno, che questo venga eventualmente pulito e che siano controllate tutte le cavità interne dello split insieme al condensatore.

La Pulizia Condizionatore: fondamentale per respirare meglio

Il condizionatore aiuta a creare un ambiente confortevole ma se l’aria che emette non è pulita i rischi per la salute anziché diminuire aumentano. Per questo è importante che il condizionatore sia pulito e che non presenti accumuli di polvere, eventuali incrostazioni di condensa. È chiaro che, per una pulizia davvero efficace, è sempre meglio rivolgersi a un tecnico che conosce bene la vostra macchina e sa dove andare a cercare lo sporco. Se però volete eseguire una sommaria pulizia per conto vostro, armatevi di libretto delle istruzioni del condizionatore e seguite le procedure indicate per l’apertura dello split e l’individuazione del filtro che va rimosso, pulito e reinserito.

Fare la Pulizia Condizionatore da Soli

Il filtro è l’elemento cardine del condizionatore. È il punto in cui l’aria viene ripulita da eventuali scorie e batteri prima di essere soffiata nella stanza. È quindi fondamentale che sia pulito per funzionare al meglio, ossia libero da incrostazioni di polvere e sostanze che potrebbero essere inevitabilmente reimmesse in circolo.

Soprattutto se l’ambiente in cui il condizionatore lavora è un ambiente privato in cui si fuma, ma anche se ci si trova in centro città con strade esterne molto trafficate, o ancora se si vive vicino ad un polo industriale con notevoli immissioni di sostanze nocive nell’aria è utile comprendere come l’aria stessa filtrata dal condizionatore potrebbe essere piuttosto carica di sostanze “da filtrare”. Di conseguenza, i filtri rischiano di intasarsi maggiormente, per cui rimuovere tutto lo sporco è davvero fondamentale.

Per farlo in autonomia, potreste immergere i filtri del condizionatore per trenta minuti in una bacinella con acqua calda e sapone neutro. Ma è possibile favorire la pulizia del filtro muovendolo all’interno della bacinella evitando, però, di strofinarlo con pagliette o spugne dure poiché si rischierebbe di rovinarne il fitto reticolo. Se il proprio condizionatore monta, invece, filtri ai carboni attivi, bisogna prima appurare che essi siano effettivamente lavabili senza che sia rovinata la loro conformazione, Quindi, potrebbe essere utile procedere alla pulizia anche in questo caso con un lavaggio con acqua e sapone.

Quando il filtro sarà pulito sciacquatelo in abbondante acqua fredda e poi mettetelo ad asciugare su una superficie piana. Non utilizzate l’asciugacapelli per accelerare il processo ed evitate di esporre il filtro alla luce diretta del sole.

La Pulizia Professionale del Condizionatore

Ma il condizionatore ha necessità di una pulizia più approfondita e professionale, anche una volta l’anno, ma in grado di eliminare più approfonditamente lo sporco non solo dai filtri, ma anche dall’interno dello split a parete e dall’interno del motore esterno dell’impianto

Quando interveniamo per la pulizia del condizionatore, oltre a controllare e curare i filtri all’interno dello split procediamo con la verifica approfondita delle condutture interne dello split e dello stato del condensatore. Tutte componenti in cui l’aria scorre e che periodicamente devono essere visionate, disincrostate e sanificate con prodotti specifici.

Il condensatore, ad esempio, è l’elemento visibile dentro lo split che ha la funzione di attuare lo scambio di temperatura, ma le fitte lamelle che lo compongono possono trattenere la polvere: solo un tecnico può intervenire poiché sa come pulire il condensatore senza danneggiarlo.

Poi, la pulizia del condizionatore non può tralasciare il “blocco motore” esterno. Questo deve essere scoperchiato poiché la ventola e il condensatore presente anche in esso devono essere spolverati: nel caso del motore esterno, infatti, le incrostazioni inficiano sull’efficienza generale del condizionatore che perde di efficacia e assorbe maggior corrente elettrica.

In Lavori Edili eseguiamo interventi di pulizia condizionatore in forma professionale, approfondita e periodica anche organizzata sulla base di contratti di manutenzione utili a liberare il cliente da ogni preoccupazione.

Lavori edili Roma Numero Verde
Potrebbero Interessarti Anche: