lavori Edili Roma su Google plus
numero verde 800.98.04.40

Impara a conoscere l’impianto elettrico di casa

Scritto da: Franco Cerrito
Impianto Elettrico Casa

Impianto elettrico casa: inutile dire che qualsiasi intervento che ruoti attorno a queste tre parole deve essere eseguito e sottoposto a manutenzione da parte di operatori del settore edile preparati e dalla pluriennale esperienza come i nostri, da sempre attenti ad ogni particolare e focalizzati sulle esigenze dei committenti.

I tre fili base dell’impianto elettrico

Possiamo insegnare a riconoscere quelli che sono i tre fili base di un impianto elettrico al fine di far comprendere quanto l’intromissione di personale non preparato in tali ambiti possa risultare deleteria sia per l’impianto che il proprietario dello stesso ed il suo portafogli.

Iniziamo dal filo di messa a terra. Cercare “impianto elettrico casa” sulla rete vi restituirà sicuramente molte immagini con i tre fili principali. Bene, questo di cui vi stiamo parlando, in base alla normativa CEI è di colore giallo verde. La messa a terra prevista da questa particolare componente ha il fine ultimo di salvare le persone dal rischio di folgorazione, dando modo di scaricare nel terreno potenziali ed eventuali esuberi o perdite di tensione dell’impianto stesso. Si tratta di un filo che acquista una straordinaria importanza specialmente in caso di vecchi elettrodomestici caratterizzati da componenti di metallo, straordinari conduttori. Esso limita la potenziale scossa percettibile dall’umano che li maneggia.

Abbiamo poi il filo di fase: si tratta della caratteristica dell’impianto elettrico più pericolosa con la quale una persona può trovarsi ad avere a che fare. Questo perché è quello dove la corrente (ovvero un’onda sinusoidale effettiva a 50 Hz 220V, N.d.R.) effettiva passa singolarmente. Se viene toccato… si prende la scossa e l’esperienza è tutt’altro che piacevole. Negli impianti a norma il colore di questo filo è nero o marrone.

Infine, sempre in materia di “impianto elettrico casa” abbiamo il filo neutro, che rappresenta il ritorno a potenziale zero e che da un neofita generalmente deve essere considerato pericoloso al pari del filo di fase. Se l’impianto è effettuato dai nostri operai e quindi a norma, si può toccare il filo senza correre il rischio di prendere la scossa. Al contrario, se il lavoro non è stato condotto in maniera regolare o è molto vecchio, il rischio di ferirsi è molto alto.

Lavori edili Roma Numero Verde
Potrebbero Interessarti Anche: