lavori Edili Roma su Google plus
numero verde 800.98.04.40

Operazione zona giorno: eliminiamo le pareti del soggiorno

Scritto da: Stefano Recagno
eliminare pareti soggiorno

Hai deciso di cambiare la cucina ma quell’angusto budello in cui prepari colazione, pranzo e cena da anni sai che non migliorerà con una mano di vernice e qualche mobile nuovo. È giunto il momento di pensare in maniera più radicale e di valutare anche la possibilità di eliminare le pareti del soggiorno.

Via le pareti per avere più spazio in cucina

L’ostacolo principale a una zona giorno ampia e luminosa è molto spesso costituito dalle pareti del soggiorno, i tramezzi che segnano i confini invalicabili tra ingresso, cucina e soggiorno. Questa divisione netta impedisce di vivere davvero “insieme”: si cucina in cucina e si mangia in soggiorno mentre gli ospiti migrano attraverso il corridoio di ingresso e la casa finisce con il sembrare una articolata stanza di albergo.

I moderni sistemi di costruzioni con struttura a pilastro in cemento armato hanno eliminato la necessità di avere pareti portanti all’interno del perimetro quindi, in realtà, molte delle pareti che vedi intorno a te possono sparire senza pregiudicare la tenuta strutturale della tua casa. Una buona notizia se hai intenzione di liberarti di parte delle pareti del corridoio su cui dà la cucina e di parte delle pareti tra soggiorno e cucina per creare una zona giorno più dinamica e vivibile con gli amici.

Progettare delle nicchie in cartongesso

Abbattendo per intero una parete si crea sicuramente molto più spazio, sia a livello di impressione visiva sia nei movimenti tra le varie stanze ma c’è un piccolo problema che non va sottovalutato: eliminare una parete significa dover trovare una conformazione diversa ai mobili o, in casi estremi, l’eliminazione in toto di alcuni mobili. Diminuisce così lo spazio utile ma, fortunatamente, esistono dei trucchetti da sfruttare per sopperire allo spazio perduto. Innanzitutto non abbattere completamente la parete divisoria tra cucina e corridoio di ingresso: crea invece un muretto che può tranquillamente diventare una sorta di bancone, trasformando la parete invalicabile in una grossa L.

Nella parte che rimane intera puoi far costruire in cartongesso delle comode nicchie, in cui riporre oggetti, libri e souvenir che prima erano chiusi in qualche vetrinetta o abbandonati su qualche mensola. Se crei delle nicchie anche sul lato che dà sul corridoio queste diventano ancora più utili per lasciare borsa, chiavi, ombrelli e cappotti creando un disimpegno che aiuta a organizzare meglio la vita in comune e le occasioni mondane.

Lavori edili Roma Numero Verde
Potrebbero Interessarti Anche: