lavori Edili Roma su Google plus
numero verde 800.98.04.40

Operazione zona giorno: la cucina a isola

Scritto da: Stefano Recagno
cucina a isola

Hai deciso di cambiare la cucina ma quell’angusto budello in cui prepari colazione, pranzo e cena da anni sai che non migliorerà con una mano di vernice e qualche mobile nuovo. È giunto il momento di pensare in maniera più radicale. Esploriamo insieme le alternative “open” della zona giorno, ad esempio una nuova cucina a isola.

Spazi fluidi nella cucina a isola

Il loft americano con zona giorno ampio, luminoso e privo di pareti è una tendenza stabile nell’interior design, ma non necessariamente devi trasferirti in un ex capannone industriale per ottenere lo stesso effetto di libertà e ampiezza. Con una pianificazione adeguata, da far realizzare a un esperto, puoi cambiare la tua casa senza cambiare casa con una cucina a isola. Punto centrale della progettazione deve essere la cucina, che deve dialogare con la zona giorno e non può nascondersi dietro un muro. Un buon sistema per creare unità è realizzare un’isola in cucina dove trovino posto il piano cottura e il piano lavoro, oppure solo un ampio piano da lavoro, ma che, contemporaneamente, possa servire anche come elemento per il soggiorno, con ripiani e nicchie per accogliere libri e oggetti.

Cucina a isola al centro di tutto

Creare una cucina a isola che sia unita, ma comunque autonoma rispetto al resto del soggiorno, è una scelta interessante e già esplorata da diversi architetti di interni in ambito internazionale. Importante è realizzare un’unità armonica a partire dai pavimenti; sarebbe opportuno avere un solo pavimento per tutto l’ambiente e colori adeguatamente coordinati per le pareti, compresa l’isola, e i mobili.

Se l’isola ospita i fuochi dall’alto penderà, quasi sicuramente, la cappa e devi di conseguenza trovare la soluzione ottimale per illuminare tutto il piano e la cucina. Molto seguita è la soluzione con luci pendenti concentrate sul tavolo, ospitato nel soggiorno, e faretti disseminati in punti strategici per un’illuminazione efficiente e discreta.

L’isola è di solito di pianta rettangolare e, calcolando una sporgenza maggiore del piano nei lati corti otterrai non solo più spazio per cucinare ma anche un comodo bancone per uno spuntino o una lettura rilassata. Sul lato che si affaccia sul soggiorno troverà infine posto, la zona libreria per riporre non solo i libri di cucina e il macinacaffé ma anche volumi d’arte, candele, piccole piante per dare davvero l’idea di uno spazio unico e fluido che segue le dinamiche familiari e di gruppo che, soprattutto nel corso dell’ultimo decennio, sono andate cambiando drasticamente.

Lavori edili Roma Numero Verde
Potrebbero Interessarti Anche: