lavori Edili Roma su Google plus
numero verde 800.98.04.40

Come ristrutturare casa a Roma

Scritto da: Stefano Recagno
Ristrutturare casa Roma

Qualche indicazione su quali sono gli elementi più importanti da considerare quando bisogna ristrutturare casa, nei casi in cui non si agisce solo sull’estetica, ma anche sull’impiantistica e la struttura.

Ristrutturare, come modificare la struttura della casa

La ristrutturazione di una casa spesso è un intervento che, erroneamente, viene collegato esclusivamente agli aspetti estetici dell’abitazione. In realtà il più delle volte la ristrutturazione serve a migliorare e ad ottimizzare gli spazi, a risolvere problematiche quali umidità e a rendere la nostra casa vivibile e sicura.

La ristrutturazione comporta anche la manutenzione e il controllo degli impianti esistenti, il loro adeguamento, significa anche ripensare la suddivisione degli spazi, sostituire pavimentazioni, ripensare in generale la nostra casa, tenendo in considerazione il giusto equilibrio tra estetica e funzionalità.

Parliamo sempre di un investimento che richiede comunque progettazione, valutazione e attenzione, per esempio, nello scegliere i materiali giusti e nell’affidarsi a professionisti competenti. Il corollario, infine, è la buona conoscenza della normativa e, per esempio, del piano regolatore della propria città o, ancora, del regolamento del condominio, se la vostra casa è un appartamento di un complesso.

Tre tipologie di ristrutturazione della casa

Possiamo distinguere tre tipi di ristrutturazione:

  • Ristrutturazione con manutenzione ordinaria o “piccole opere”
  • Ristrutturazione con manutenzione straordinaria o “piccole opere”
  • Ristrutturazione con “grandi opere”.

La prima grande differenza che intercorre in questa catalogazione è quella tra piccole e grandi opere. Si tratta di una definizione di comodità in quanto le piccole opere non rendono necessaria la concessione edilizia, e quindi un versamento oneri, al proprio Comune. In questo caso gli elementi da considerare sono la superficie interessata per la ristrutturazione e il tipo di edificio.

Ristrutturare casa con manutenzione ordinaria o “piccole opere”

Con questa definizione si intendono gli interventi su edifici già esistenti che possono riguardare parti limitate, interventi finalizzati alla funzionalità e ogni operazione che mantenga comunque l’aspetto esterno invariato (murature, coperture, rifacimento tetto, rifacimento facciata, infissi, finiture interne, installazioni varie ecc).

Nonostante questo tipo di interventi di ristrutturazione non necessitino di nessuna denuncia né pagamento al Comune, sottolineiamo che chi li commissiona è responsabile della regolarità del lavoro e delle condizioni di igiene e sicurezza. Sono però responsabili della regolarità del lavoro, specie riguardo alle norme di sicurezza e di igiene. Gli impianti, in particolare quelli elettrici e del gas, devono quindi essere realizzati da personale qualificato, che deve certificare la conformità alla legge.

Ristrutturare casa con manutenzione straordinaria o “piccole opere”

In questa categoria, che comporta denuncia e versamento di oneri al Comune, rientrano i seguenti interventi:

  • costruzione di nuovi edifici
  • ampliamento di edifici già esistenti
  • installazione di prefabbricati e case mobili

Agevolazioni per ristrutturare casa

Come è chiaro gli interventi di ristrutturazione spesso comportano delle spese non indifferenti, a volte difficili da sostenere. È possibile comunque usufruire di agevolazioni, per esempio ottenendo un mutuo, previa presentazione del “preventivo di spesa” nel caso della manutenzione ordinaria, unito al progetto edilizio e alla domanda di autorizzazione edilizia al Comune nel caso della manutenzione straordinaria. Per le grandi opere tutta questa documentazione va presentata unitamente alla ricevuta del versamento degli oneri al Comune.

La normativa per ristrutturare casa a Roma

Come abbiamo già sottolineato, quando si progetta la ristrutturazione della propria abitazione bisogna fare attenzione alle norme vigenti, che spesso variano in base al Comune di appartenenza. Nel caso del Comune di Roma, la Regione Lazio il 5 agosto 2011 ha approvato il Piano Casa riassumibile nei seguenti punti:

  • gli ampliamenti degli edifici sono permessi in aderenza o adiacenza rispetto al fabbricato esistente, ma non in sopraelevazione (massimo 70 mq)
  • consentito il cambio di destinazione d’uso, con intervento di ristrutturazione, sostituzione, demolizione e ricostruzione, completamento, per gli edifici non residenziali dismessi
  • istituzione del “mutuo sociale” a copertura dell’intero prezzo dell’immobile, con un tasso dell’1%, rate non superiori al 20% del reddito familiare del beneficiario e pagamento sospeso in caso di disoccupazione o altro impedimento.

Ristrutturare casa a Roma con noi

Posto che ristrutturare la casa significa anche ripensarla alla luce della nuova sensibilità al risparmio energetico e alla sostenibilità ambientale, per esempio installando impianti per l’energia alternativa e usando materiali che rispettano l’ambiente, questa operazione va pensata in modo molto preciso e con una certa progettualità per cui è consigliabile affidarsi a professionisti di settore.

Per ristrutturare casa a Roma siamo a vostra completa disposizione con tecnici ed esperti, oltre che consulenti per qualsiasi tipo di intervento di ristrutturazione o adeguamento della vostra abitazione.

Lavori edili Roma Numero Verde
Potrebbero Interessarti Anche: