lavori Edili Roma su Google plus
numero verde 800.98.04.40

Trasmittanza Termica dell Finestre

Scritto da: Franco Cerrito
tramittanza finestre

Delle buone finestre, oggigiorno e rispetto ai moderni standard tecnici, devono avere ottima capacità di isolamento termico. Tale capacità viene calcolata in base al concetto di trasmittanza termica che è utile conoscere in fase di valutazione e scelta di nuovi infissi per la propria abitazione. Questa è un’utile guida per comprendere la trasmittanza termica delle finestre.

La Trasmittanza termica delle finestre

Il valore che consente di valutare una finestra dal punto di vista delle prestazioni energetiche è la trasmittanza termica (misurata in W/m2K), definita dalla norma UNI EN ISO 10077 come “il flusso di calore medio che passa, per metro quadrato di superficie, attraverso una struttura che delimita due ambienti a temperature diverse“. Minore è il flusso di calore, migliori sono le prestazioni energetiche della finestra, quindi i valori ideali sono quelli vicini a 1 W/m2K. La normativa stabilisce anche quale deve essere la trasmittanza termica delle finestre necessaria per accedere alle detrazioni fiscali del 65% previste per tutto il 2015.

Trasmittanza termica e detrazioni fiscali

Per accedere alle detrazioni fiscali previste per il miglioramento delle prestazioni energetiche degli edifici è necessario che le finestre presentino una trasmittanza termica minima, a seconda della zona climatica in cui è situato l’edificio. Tali valori vengono riportati del Decreto 26 Gennaio 2010, che modifica quelli precedenti abbassandoli lievemente.

  • Zona A (es. Lampedusa): 3,7 W/m2K
  • Zona B (es. Sicilia e Calabria): 2,7 W/m2K
  • Zona C (es. Puglia, Campania, Sardegna, basso Lazio): 2,1 W/m2K
  • Zona D (es. Lazio, Marche, Toscana, Emilia-Romagna): 1,9 W/m2K
  • Zona E (es. zona appenninica, regioni settentrionali): 1,7 W/m2K
  • Zona F (es. Belluno e Cuneo): 1,3 W/m2K

Mediamente i prodotti in commercio, in PVC e con un rapporto qualità/prezzo buono, hanno una trasmittanza termica di circa 1,5 W/m2K, perciò adatti anche alle zone più fredde di Italia. C’è da ricordare che la trasmittanza termica di cui si parla non è quella riferita al vetro della finestra, ma al prodotto nella sua interezza: una media tra telaio, vetro e bordo del vetro.

Trasmittanza termica e risparmio energetico

Tutto l’involucro di un edificio concorre al consumo energetico: mura, tetti e ovviamente tutte le aperture, come porte e finestre. I serramenti sono uno dei punti in cui è possibile rilevare i valori maggiori di dispersione ed è per questo che è così importante scegliere quelli che garantiscono un miglior isolamento. L’isolamento di una finestra viene espresso dalla trasmittanza. Una finestra con una bassa trasmittanza non solo vi consentirà di spendere meno nelle bollette, ma anche di godere di un miglior confort domestico. Il calore verrà trattenuto più a lungo in inverno, in estate sarà lo stesso per il fresco.

Il 2015 è ancora un anno indicato per cambiare le finestre e sceglierne di migliori, infatti è ancora possibile avere accesso alle detrazioni del 65% concesse dallo Stato. Contattaci per informazioni e preventivi.

Lavori edili Roma Numero Verde
Potrebbero Interessarti Anche: