lavori Edili Roma su Google plus
numero verde 800.98.04.40

Videosorveglianza normativa

Scritto da: Marco Maccaroni
norme privacy videosorveglianza

La normativa sulla videosorveglianza è gestita dal Garante della Privacy che stabilisce i casi in cui la videosorveglianza può essere utilizzata e le modalità con cui deve essere regolata proprio per tutelare la privacy degli individui. In particolare prendiamo in esame il Provvedimento in materia di videosorveglianza – 8 aprile 2010, che sostituisce il precedente testo risalente al 2004.

Norme per la videosorveglianza

Il nuovo provvedimento si focalizza su importanti aspetti mutati rispetto al contenuto del precedente testo. In particolare:

  • l’aumento dei sistemi di videosorveglianza previsti per nuove diverse finalità (prevenzione e accertamento dei reati, sicurezza pubblica, tutela della proprietà privata, controllo stradale etc.)
  • gli interventi normativi, in particolare quelli che consentono ai Comuni di avere specifiche competenze in materia, specie per ciò che riguarda la sicurezza urbana e quelli regionali che hanno incentivato l’uso di telecamere.

Normativa videosorveglianza privata

Oltre all’installazione di apparecchi di videosorveglianza da parte di soggetti pubblici (come le autorità comunali) il legislatore ha dovuto fornire indicazioni anche ai soggetti privati che intendono proteggere la proprietà privata attraverso le telecamere.

In tutti i casi è indispensabile l’informativa per gli interessati. Nel caso della videosorveglianza si tratta di apporre specifici cartelli (si possono visionare sul sito del Garante e acquistabili in centri specializzati) in maniera ben visibile da chi transita nell’area video sorvegliata. Nel caso del condominio, se le immagini sono usate a fini personali, non si applica il codice della privacy; se invece le telecamere monitorano aree comuni si applicano le regole del provvedimento quindi è obbligatorio segnalare la presenza dei dispositivi di sicurezza

In generale non è necessaria una notifica preventiva al Garante per l’installazione di un impianto di videosorveglianza, tranne che nei casi indicati dall’art. 37 DLgs 196/03. Un esempio è dato dal caso di trattamento di dati biometrici o di dati che indicano la posizione geografica di persone o oggetti.

Importante anche la regolamentazione dell’uso della videosorveglianza nei luoghi di lavoro, in particolare la normativa sulla videosorveglianza impone che le telecamere possano essere installate solo nel rispetto delle norme in materia di lavoro. In ogni caso viene vietato il controllo a distanza dei lavoratori, sia all’interno degli edifici, sia in altri luoghi, come cantieri e veicoli.

Normativa Videosorveglianza e privacy

Per le immagini raccolte attraverso la videosorveglianza, in quanto dati personali, il Garante richiede che vengano applicati:

  • L’art. 31 DLgs 196/03 sulle misure di sicurezza idonee
  • Gli artt. 33-36 DLgs 196/03 e l’Allegato B sulle misure minime di sicurezza

A questo si aggiunge l’obbligo di nomina per iscritto degli incaricati del trattamento: persone fisiche autorizzate ad accedere ai locali dove sono situate le postazioni di controllo; autorizzate ad utilizzare gli impianti e autorizzate a visionare le immagini.

Installazione Impianti Videosorveglianza a Roma

Da oltre 20 anni installiamo impianti di sicurezza e videosorveglianza di eccelsa qualità: impiegando esclusivamente sistemi, prodotti e software di grandi aziende (AVS, Bosch, Notifier, Paradox, ecc….) configuriamo impianti personalizzati su dimensione, tipologia degli ambienti e esigenze di protezione (cose e persone) di ogni singolo cliente

Naturalmente operiamo sempre nel massimo rispetto della normativa per il rispetto della privacy, garantiamo tutto il supporto tecnico pre e post vendita.

Lavori edili Roma Numero Verde
Potrebbero Interessarti Anche: