lavori Edili Roma su Google plus
numero verde 800.98.04.40

Come sono fatti gli impianti di rilevazione incendi

Scritto da: Enzo Cerrito
Impianti Rilevazione Incendi

Gli impianti di rilevazione incendi sono necessari non solo in luoghi pubblici o esercizi di vario tipo, ma anche nelle abitazioni private. Tutto questo è stabilito dalla legge. Ecco come sono fatti e quali caratteristiche tecniche devono possedere.

La composizione di un impianto di rilevazione incendi

Gli impianti rilevazione incendi sono composti da alcune componenti che funzionano in modo da identificare delle anomalie nell’ambiente dovute a variazioni di temperatura e presenza di fumi, tutti fattori che denotano l’insorgere di un incendio. Ovviamente esistono molti tipi di impianti più o meno sensibili, ma ciascuno di essi deve possedere degli elementi tecnici di base. Devono essere conformi a quanto previsto dalla norma UNI-9795 che ha stabilito dei criteri in merito al posizionamento dei sensori e dei dispositivi di segnalazione.

Come funzionano gli impianti di rilevazione incendi

I rilevatori di incendio sono i dispositivi fondamentali dell’impianto antincendio, perché da essi dipende la celerità o meno dell’intervento di messa in sicurezza di cose e persone. Di solito sono dei dispositivi elettronici che possono comunicare in modalità diverse con la centralina di allarme incendi. Solitamente vengono collocati nella parte più alta dei locali da proteggere, sulla base del principio che, in caso di incendio, il fumo tende a spostarsi verso l’alto.

Tipologie dei dispositivi degli impianti di rilevazione incendi

Gli impianti di rilevazione incendi possono essere di vario tipo. Abbiamo per esempio i rilevatori di fumo puntiformi, detti così perché ciascuno di essi rappresenta un punto di rivelazione, e in base al tipo di tecnologia usata possono essere a rivelazione del fumo avviene con modalità diverse a seconda della tecnologia adottata per la rivelazione e pertanto si distinguono in:

  • Rivelatore ottico di fumo
  • Rivelatore di fumo a ionizzazione
  • Rivelatori a campionamento
  • Rivelatori di fiamma
  • Rivelatori di temperatura

Ciascuno di questi sistemi ha delle caratteristiche ben precise. Per esempio, gli impianti di rilevazione incendi a campionamento aspirano l’aria dagli ambienti da monitorare per mezzo di ventole, identificando l’eventuale presenza del fumo. Aggiungiamo anche i rilevatori termici, utili ad evidenziare le variazioni di temperatura.

Per installazione e manutenzione di impianti di rilevazione incendi conviene sempre affidarsi a degli esperti: i nostri professionisti, tra i lavori di ristrutturazione edile, sono a vostra disposizione per tutto ciò che riguarda gli impianti di rilevazione incendi.

Lavori edili Roma Numero Verde
Potrebbero Interessarti Anche: