lavori Edili Roma su Google plus
numero verde 800.98.04.40

Migliorare La Classe energetica di un Immobile

Scritto da: Franco Cerrito
miglioramento classificazione energeica casa

Grazie a una maggiore sensibilizzazione verso il rispetto dell’ambiente, a un maggiore interesse per il risparmio sui consumi dell’energia e grazie a numerosi innovazioni tecnologiche, oggi gli immobili possono essere classificati in base alle prestazioni energetiche ed è possibile programmare degli interventi che hanno lo scopo di migliorare la classe energetica di appartenenza. I nostri spunti utile ad avviare i vostri approfondimento sul tema

La classe energetica di un immobile

La classificazione energetica degli immobili si basa sull’IPE (indice di Prestazione Energetica) che viene specificato nell’APE (Attestato di Prestazione Energetica). Quest’ultimo viene rilasciato da una figura professionale accreditata, il certificatore energetico, che si occupa di analizzare la struttura e l’impiantistica degli immobili per determinarne la classe energetica in funzione di alcuni fattori e indici. In fase di elaborazione dell’Ape, quindi, è possibile procedere con la definizione della classe di appartenenza del proprio immobile.

Inoltre, aspetto molto interessante è quello per cui il certificatore individua anche i punti in cui intervenire per migliorare le prestazioni energetiche. Affidandosi a ditte serie e composte da progettisti, tecnici e operai seri e professionali è possibile innalzare il valore della casa perseguendo il miglioramento della classe energetica di riferimento. Questo è possibile proprio migliorando il comfort domestico e abbassando i costi dei consumi energetici a360°.

Come migliorare la classe energetica

I cambiamenti da apportare all’immobile in funzione del miglioramento della classe energetica, in caso di necessità e dopo verifica da parte di un esperto, possono riguardare:

<

  • Involucro edilizio, isolamento esterno
  • Isolamento interno
  • Impiantistica,
  • Installazione di sistemi per l’uso di fonti energetiche rinnovabili.

Con involucro edilizio si indicano tutti quelli elementi che dividono l’interno della casa dall’esterno: pareti, pavimenti, tetto, finestre, serramenti. Per tutti questi elementi occorre calcolare la trasmittanza termica, ovvero “il flusso di calore medio che passa, per metro quadrato di superficie, attraverso una struttura che delimita due ambienti a temperature diverse”. Minore è la trasmittanza, minore è la dispersione di calore e quindi minori i consumi necessari per riscaldare o rinfrescare gli ambienti. Si può intervenire, quindi:

  • Sulle coperture esterne, creando il cappotto isolante a livello di tetto, solaio e pareti perimetrali così da creare un involucro in grado di mantenere il calore all’interno.
  • Sulle strutture interne, ossia isolando internamente pareti e soffitti, sostituendo gli infissi, migliorandone la tenuta termica

Per ciò che riguarda l’impiantistica, quella da prendere in considerazione per la classe energetica è quella del riscaldamento e del raffrescamento. Scegliere una caldaia a condensazione e un riscaldamento a basse temperature (riscaldamento a pavimento o a parete) per il riscaldamento e condizionatori di classe A con tecnologia inverter per il raffrescamento consente di avere notevoli risparmi sui consumi. Quando possibile, inoltre, si può prendere in considerazione un sistema ibrido che sfrutti anche l’energia solare con pannelli in grado di scaldare l’acqua (accumulo), o addirittura con pannelli fotovoltaici per generare energia elettrica. In altri casi, inoltre, si può prendere in considerazione i principi della geotermia con sistemi di scambio di calore naturali.

Infine l’installazione di sistemi per l’uso di fonti energetiche rinnovabili come pannelli solari fotovoltaici o termici, permette di avere fonti di energia sempre disponibili, rinnovabili e pulite. Con i pannelli moderni è possibile ricoprire l’intero fabbisogno di una casa di medie dimensioni, senza praticamente mai bisogno di accendere la caldaia.

Ricordiamo infine che per tutti questi interventi, da oltre un decennio, è ormai possibile fruire delle detrazioni fiscali grazie alle rinnovate Leggi Finanziarie. Essendo il principio di riqualificazione energetica fondamentale, oggi, è facile prevedere che questa tipologia di interventi continuerà ad essere assoggettata al principio della detrazione fiscale. Un aspetto utile in ottica anche di risparmio e recupero della spesa.

Lavori edili Roma Numero Verde
Potrebbero Interessarti Anche: