lavori Edili Roma su Google plus
numero verde 800.98.04.40

Tetto a giardino

Scritto da: Stefano Recagno
tetto green casa

Il tetto a giardino, o tetto verde, è esattamente ciò che dice di essere, un giardino che viene costruito sul tetto e che sostituisce quelle che sono le coperture tradizionali di tegole e massetti. Il tetto a giardino può essere installato su qualsiasi superficie, anche obliqua, purché vengano effettuate le dovute misurazione per evitare che il carico gravi troppo sulla struttura del tetto.

Isolamento termico e tetto a giardino

Il tetto a giardino non è solo esteticamente piacevole, ha anche una valenza di tipo funzionale molto importante. Il tetto è una delle aree che rappresentano la principale causa di dispersione termica. Basti pensare che in estate il tetto arriva anche a 80°C di giorno, scendendo a 20°C di notte. Queste violente escursioni termiche nel tempo possono provocare fessurazioni e quindi dispersioni termiche. Vediamo quali sono i principali vantaggi del tetto giardino:

  • Riduzione delle spese per riscaldamento e raffrescamento, la presenza delle piante e del manto erboso aiuta a mantenere la temperatura del tetto costante in estate e a evitare dispersioni termiche in inverno, migliorando quindi l’isolamento termico dell’abitazione.
  • Riduzione dei rumori, lo strato di piante e manto erboso sono una barriera per i suoni, aiutano a creare un vero e proprio ambiente insonorizzato.
  • Raccolta dell’acqua piovana, che viene in parte immagazzinata nel sistema di raccolta, per essere utilizzata per innaffiare le piante che compongono il giardino, e in parte può essere riutilizzata e destinata ad altri scopi.
  • Miglioramento dell’ambiente, la presenza di piante e piccoli polmoni verdi non può ce far bene all’ambiente e alla salute dell’uomo.

  •  

    L’estetica del tetto a giardino

    Un tetto ricoperto da vegetazione è senz’altro una soluzione estetica di grande impatto. Immaginandolo in mezzo a una città, nel traffico e fra edifici grigi, restituisce un colpo d’occhio difficile da dimenticare. A dimostrazione di ciò basti pensare che il tetto a giardino è una soluzione architettonica introdotta per la prima volta da Le Corbusier, uno dei più geniali, moderni e famosi architetti delle poca moderna.

    Fra i tetti giardino più famosi troviamo, ad esempio, quello dell’Accademia delle scienze in California, progettato da Renzo Piano, italiano e di fama mondiale, misura 50 mila metri quadri di verde, accessibile agli studenti dell’accademia. In Italia ne troviamo uno a Torino, premiato nel 2010. È l’orto sul tetto dello studio di architetti Studio999.

    Importante è la scelta delle piante. In caso di tetti giardino estensivi è meglio optare per piante erbacee a rapido sviluppo, tipo prato. In caso di tetti inclinati lo strato di terreno non può superare i 10 cm e quindi la vegetazione deve essere bassa. Se il tetto è piano si possono progettare dei veri giardini pensili, con arbusti e piccoli alberi.

    Lavori edili Roma Numero Verde
    Potrebbero Interessarti Anche: